Syneto sta innovando l’infrastruttura IT tradizionale di piccoli e medi data-center aziendali, piccole e medie imprese e sedi distaccate/filiali, offrendo infrastrutture iper-convergenti all’avanguardia appositamente progettate per le loro esigenze.

Mentre le infrastrutture IT tradizionali si basano su componenti costosi e di difficile gestione, Syneto crea una soluzione all-in-one che combina l’agilità e la convenienza del cloud pubblico con la sicurezza in loco e le prestazioni del cloud privato, mettendo le basi per un futuro in cui l’IT ibrido è protagonista.

Syneto porta le infrastrutture iperconvergenti su un altro livello con performance applicative superiori del 500% rispetto alle infrastrutture tradizionali, una protezione dati sempre attiva e funzionalità di disaster recovery integrate, che consentono ai clienti di riavviare l’intera infrastruttura IT in soli 30 minuti.

Il mondo IT attuale è enormemente complesso.
L’iperconvergenza lo rende semplice.


Il complesso delle infrastrutture IT moderne è articolato e di difficile gestione; include server, piattaforme di storage di dati, switch di rete e sistemi di backup.
Questi vari pezzi che compongono il puzzle IT attualmente occupano silo separati, costosi e ardui da gestire.
Questo tipo di infrastruttura tradizionale presenta le maggiori complessità. L’ampliamento dei requisisti aziendali e la contemporanea riduzione dei budget sono all’origine delle problematiche ben note agli amministratori IT e agli imprenditori.
 

I vantaggi di un’infrastruttura hyperconverged

Rispetto alle infrastrutture IT tradizionali, che spesso richiedono troppe risorse, un’infrastruttura iperconvergente sfrutta tutte le potenzialità hardware delle attuali risorse di calcolo e storage in un’unica piattaforma.
Si tratta di infrastrutture full-stack, economicamente convenienti e in grado di garantire eccellenti prestazioni delle applicazioni, l’utilizzo efficiente dello spazio e la distribuzione rapida delle risorse.
 

Gestione semplificata

Per il personale IT e i dirigenti, l’esistenza di più interfacce è il contrario della semplicità.
Le infrastrutture tradizionali sono costituite da diversi componenti, ciascuno con la propria interfaccia specifica, per cui la gestione dell’assistenza è complicata, così come la distribuzione di nuove risorse IT.
Le soluzioni iperconvergenti includono una singola interfaccia di gestione, per cui l’assistenza è curata da un singolo fornitore.
 

Riduzione dei costi e incremento dell’efficienza

1. Costi di capitale (CAPEX)

Le soluzioni iperconvergenti consentono di acquistare l’intera infrastruttura IT da un unico fornitore a un prezzo inferiore, anziché effettuare acquisti separati da svariati fornitori.

2. Costi di esercizio (OPEX)

Invece di dover gestire e sostenere i costi di un intero rack pieno di server e switch, le soluzioni iperconvergenti riducono notevolmente i requisiti di risorse e manodopera.
 

Distribuzione e ripristino più rapidi

Nelle infrastrutture tradizionali ogni componente deve essere configurato separatamente. Analogamente, in caso di ripristino, ogni componente dell’infrastruttura deve essere ripristinato indipendentemente. Per tale motivo, i tempi medi di ripristino equivalgono a circa 10 ore. Le infrastrutture iperconvergenti sfruttano backup integrati e incentrati su VM, replica e in alcuni casi unità di DR. In tal modo, i tempi di ripristino sono molto ridotti.
 

Nessuna perdita di dati

La corruzione dei dati è un pericolo reale nelle tradizionali infrastrutture IT. I software di backup di terzi, inoltre, possono addirittura causare perdite di dati dovute a errori umani o a problemi di interoperatività. Le soluzioni iperconvergenti sono definite dal software e incorporano tecnologie di rilevamento della corruzione dei dati e self-healing. Al tempo stesso, le tecnologie di backup automatico incentrato su VM e replica sono progettate fin dall’inizio nella piattaforma e funzionano insieme perfettamente.

 
Contattaci per un audit
della tua infrastruttura
Richiedi analisi ora